“Duplice delitto a Hong Kong”, l’ultimo giallo di Chan Ho Kei

Ti svegli un giorno, e non sai più chi sei.

Un affresco nuovo, inquietante e inatteso della Hong Kong di oggi: il giallo “Duplice delitto a Hong Kong“, di Chan Ho Kei, è valso allo scrittore cinese il Soji Shimada Mystery Award di Taiwan.

"Duplice delitto a Hong Kong", l'ultimo giallo di Chan Ho KeiEdito da Metropoli d’Asia, questo romanzo presenta tutti gli elementi del thriller: sullo sfondo, la metropoli cantonese è tratteggiata in modo interessante e diverso dal solito.

In corso di pubblicazione in Cina, Giappone, Thailandia, Malesia e Taiwan, questo romanzo è forse il migliore tra quelli di Chan Ho Kei, un giovane informatico di Hong Kong che ha fatto il programmatore, lo sceneggiatore e l’editor di fumetti. Il suo esordio come scrittore risale al 2008.

Il protagonista del giallo “Duplice delitto a Hong Kong”, Hui Yau-Yat, si sveglia in macchina e non ha idea di come sia finito in un parcheggio così lontano da casa sua. Il tanfo di alcol che pervade l’abitacolo proviene proprio dalla sua giacca. Per quanto si sforzi, non riesce a ricostruire cosa sia successo la sera prima, e quelle precedenti. Che sia colpa di una brutta sbornia? È confuso. Tutto gli sembra familiare ma anche vagamente estraneo. L’unico ricordo nitido che ha è l’immagine di due corpi dissanguati riversi sul pavimento, il clamoroso duplice omicidio su cui sta indagando. Ed è strano perché l’amnesia di cui soffre è molto più grave di quanto potesse immaginare: l’omicidio è avvenuto sei anni prima.

Il caso è già stato risolto, ma qualcosa non lo convince. Con l’aiuto di una giovane giornalista, Hui Yau-Yat riprende quindi le indagini concentrandosi su un possibile assassino ignorato dall’inchiesta precedente, Yan Zhicheng. Ma Yan Zhicheng sembra scomparso. Decisa a non demordere, la giornalista recupera allora l’identikit del sospettato e, quando si accorge che la persona ritratta è il poliziotto che le sta di fronte, tutto sembra volgere rapidamente al peggio. Con chi ha condotto le indagini fino a quel momento? Con Xu Youyi o Yan Zhicheng?

…A volte la logica può essere più incredibile dell’immaginazione.

“Duplice delitto a Hong Kong” è un intreccio appassionante, una nuova prospettiva su Hong Kong, questo piccolo territorio che gode di autonomia amministrativa da Pechino, ed è un importantissimo centro commerciale, finanziario, turistico e aeroportuale, collegato con tutta l’Asia Orientale.

Questo romanzo giallo di 224 pagine, vincitore del Soji Shimada Mystery Award a Taiwan, piacerà sicuramente a chi legge Qiu Xiaolong, ascolta David Bowie, ama Wong Kar Wai e il cinema di Hong Kong.

A Metropoli d’Asia va il merito di aver portato in Italia “Yiwang Xingjing. The Man Who Sold the World”, tradotto da R. Moratto in italiano dalla sua lingua originale, l’inglese.

La redazione del nostro sito, www.ChinaItaly.info, è sempre molto attenta a tutti gli aspetti della cultura cinese e promuove con forza i migliori libri sulla Cina, i libri sul business in Cina e offre gratuitamente una selezione ragionata delle guide di viaggio sulla Cina raccomandate a chi si appresta a visitare questo grande Paese. Molti sono i romanzi sulla Cina usciti in questo periodo, tra gli altri segnaliamo “La Cina in dieci parole“, l’ultimo libro di Yu Hua.

Tags: ,

One Response to ““Duplice delitto a Hong Kong”, l’ultimo giallo di Chan Ho Kei”

  1. Storia della fotografia in Cina | Consigli | Cina Blog Says:

    […] “Duplice delitto a Hong Kong”, l’ultimo giallo di Chan Ho Kei […]

Pubblicità

Spacer