E’ in Cina il futuro di British American Tobacco

E' in Cina il futuro di British American TobaccoBritish American Tobacco è un colosso: stiamo parlando del secondo produttore al mondo di sigarette, posizione mantenuta nonostante le campagne antifumo, le cause legali (vinte e perse) ed i numerosi divieti di fumo imposti in giro per il mondo da molti governi.

Secondo recenti indagini, il numero dei fumatori sul pianeta dovrebbe continuare ad aumentare, principalmente a causa della crescita della popolazione nei grandi paesi emergenti. Già oggi il 57% delle sigarette prodotte a livello mondiale vengono consumate in Asia, ben il 35% in Cina.

Il settore del tabacco, come quello del gambling, ha la peculiarità di essere a prova di crisi, infatti i fumatori difficilmente rinunciano al fumo, neanche nei peggiori periodi di recessione. Fa impressione il fatto che il settore del tabacco ha sovraperformato in borsa rispetto all’intero mercato, in tredici degli ultimi quindici anni.

Le prospettive di British American Tobacco sembrano essere particolarmente promettenti soprattutto in Cina, dove il gruppo britannico dispone già di una ampia ed attrattiva gamma di prodotti e genera una buona parte dei suoi ricavi.

Tags:

Leave a Reply

Per favore completa il controllo antispam,
poi clicca sul bottone "Submit Comment".

Pubblicità

Spacer